Chi sono

Chi sono? Bella domanda!!!

Monica 2007

Forse non ha nessuna importanza sapere chi sono ma ti racconto che ho iniziato tutto un 15 di giugno del 1951 in un paese lontano (o forse vicino per te che mi leggi): Panamá dove fa sempre caldo e le stagioni sono due: quella secca e quella delle piogge.

 

Nel 1956 sono andata a Buenos Aires dove abitavano i miei nonni paterni e materni.
Ho frequentato l’asilo con ottimi risultati dove ho imparato a scrivere: “mamá me quiere y papá también” e tante altre piccole frasi in spagnolo.
A 5 anni e mezzo mi hanno iscritto alla scuola elementare “Gregoria Perez”. Direi che ho avuto un percorso scolastico normale.
Ricordo bene i “recreos” (ossia gli intervalli) perchè lì ho imparato a giocare tanto. Ricordo anche che in prima elementare ho vinto il primo premio  per aver modellato una scenetta del “25 di maggio del 1810″ (rivoluzione di maggio che porta l’Argentina all’indipendenza dai re di Spagna).

Non so se come alunna delle elementari ho avuto successo ma ricordo ancora la prima poesia che ho studiato di José Sebastián Tallón (che allora non sapevo chi fosse e nemmeno ora lo so)
e dice cosí:

Nadie sabe donde vive.
Nadie en la casa lo vio.
Pero todos escuchamos
al sapito: glo…glo…glo…,¿Vivirá en la chimenea?
¿Dónde diablo se escondió?
¿Dónde canta cuando llueve,
el sapito Glo-glo-glo?¿Vive acaso en la azotea?
¿Se ha metido en un rincón?
¿Está bajo de la cama?
¿Vive oculto en una flor?

Nadie sabe dónde vive.
Nadie en la casa lo vio.
Pero todos escuchamos
cuando llueve: glo…glo…glo…

Nessuno conosce dove abita
Nessuno l’ha visto in casa
Ma tutti sentiamo
il ranocchio glo… glo… glo…Abiterà dentro al camino?
Dove mai si sarà nascosto?
Dove canta quando piove?
il ranocchio glo glo glo?Vivrà forse sopra al tetto?
Sarà nascosto in un angolo?
Sarà finito sotto al letto?
O è nascosto in un fiore?

Nessuno conosce dove abita.
Nessuno l’ha visto in casa.
Ma tutti sempre ascoltano
quando piove: glo…glo… glo…

Monica 1957Questa è una foto del 1957….(anno in cui ho conosciuto la pasta sintetica che a Buenos Aires aveva il nome commerciale di Mirim)

Io sono quellla con le scarpette rosse :-)

 

 

Poi ho continuato gli studi nel Colegio Nacional de Buenos Aires dove ho finito il “Bachiller”.
Lì mi hanno insegnato perfino il latino!

Gli anni sono passati e finita la scuola secondaria mi sono iscritta alla facoltà di Architettura. Anni difficili quelli…
Vuoi che ti racconti cosa è successo in Argentina durante la dittatura militare? Forse, meglio di no.
Ti dico soltanto che sono scomparsi in 30.000 e che molti erano compagni miei di scuola e di facoltà.

Nel ’74 sono partita (o forse, meglio, è stata una partenza forzata o consigliata). A Firenze ho studiato arti grafiche all’Istituto Statale d’arte, ho anche continuato gli studi di architettura ma dopo qualche anno li ho abbandonati.
Ma non voglio annoiarti… ti dico soltanto che già allora -come da bambina- mi piaceva lavorare le paste sintetiche. Qui in Italia non c’erano e allora, con Luigi mio marito, ho iniziato  a produrle (per qualche anno soltanto).

Poi abbiamo deciso di fare una bimba in carne ed ossa (non di pasta sintetica!!) e tra ninnole e nannole siamo arrivati al 1992 anno in cui mia madre fa un viaggio negli Stati Uniti e trova il favoloso libro di Nan Roche “The New Clay”. Me lo porta in regalo ed è così che imparo la tecnica delle murrine. Nel 1996/7 organizzo dei corsi di paste sintetiche in una scuola d’arte a Prato e incomincio così ad insegnare.
In quel periodo, ogni volta che passavo davanti ad una libreria, curiosavo tra i libri di creatività nella speranza di trovare qualche libro in italiano sulla tecnica delle murrine. Nulla, non c’era nulla!… e allora ho pensato che l’unico modo per poter comprare un libro in italiano sulle paste sintetiche era scriverne uno.
Poi, in verità, ne ho scritto più di uno e ho finito comprandoli tutti :-)
Ecco qui l’elenco delle pubblicazioni e delle collaborazioni editoriali… sicuramente me ne dimentichero’ qualcuna, ma non importa.

Pubblicazioni editoriali:
1999 – “Modellare con la nuova pasta sintetica”. Collana I Grandi manuali- Ed. Fabbri Editori. Tradotto nell’anno 2000 all’ingese e distribuito dalla editoriale Sterling Publishing N.Y. Tradotto nell’anno 2001 allo spagnolo e distribuito dalla editoriale El drac – Madrid.
2000 – “Inventa e crea”. CD rom Ed. Bricomedia
2004 – Corso rapido di paste modellabili. Collana Corso rapido – Ed. Fabbri Editori
2004 – Cani e Gatti, découpage e altre tecniche Collana Fai da te – Ed. Fabbri Editori
2006 – Bijoux . Collana I quadrotti – In collaborazione con altre autrici Fabbri. Ed. Fabbri Editori
2007 – Paste sintétiche. Collana I quadrotti. Ed. Fabbri Editori
2007 – Perline – Collana I quadrotti. Ed. Fabbri Editori

Ho collaborato con articoli e progetti di creatività con le riviste:
-La bacchetta magica,
-Creativa Découpage,
-Laboratorio Découpage,
-Idee decoupage,
-Idee decorazioni,
-Casa Chic.

Sul web:
www.hobbyfabbri.it
www.creareinsieme.it
www.lavorincasa.it
www.cliccoecreo.it
http://guide.supereva.it/hobby_femminili

Ho dimenticato di dirti, ma credo tu lo sappia, che continuo ad insegnare ai grandi e ai piccini a creare e ad esprimere la propria fantasia con le paste sintetiche.

E se hai letto fin qui allora ti ringrazio! :-)  ma se non ci sei arrivato … lo capisco!

Lascia un Commento